La Moda si sposta sempre più al Sud

Al “Premio Sinfonie D’Autore VIII Ed.” Fashion Shows sotto le stelle e in riva al mare
nello scenario unico della Costa d’Amalfi

COME MAI SEMPRE PIÙ STILISTI DECIDONO DI DECONTESTUALIZZARE IL LANCIO DELLA LORO COLLEZIONE DALLE CLASSICHE PASSERELLE MILANESI O PARIGINE E SCEGLIERE UN LUOGO ALL’APERTO E LONTANO DAL POLO DELLA MODA, COME ABBIAMO VISTO QUEST’ANNO NEL CASO DELLA STILISTA CECA RENATA KLISKA E L’ANNO SCORSO CON ANDY HILFIGER?
Credo che gli stilisti siano stanchi di vedersi rinchiusi in tendoni o spazi (per quanto belli ed efficienti) ma ai quali sono già abituati… con il solito tam tam e andirivieni tra un appuntamento e l’altro, e decidono di venire a presentare qui le loro collezioni poiché amano il contesto suggestivo e lo scenario naturale che la Costa d’Amalfi propone, ma anche, credo per i ritmi più lenti e rilassati nei quali riescono a gestire meglio e sicuramente con più rilassatezza, un momento estremamente convulso quale quello di un fashion show. Quest’anno oltre alle griffe d’Alta Moda italiane quali Eles Couture, Ada Sorrentino, Raffaele Tufano, e la modamare di Luisa Positano, è stato un vero piacere accogliere l’Haute Couture di La Rena by Renata Kliska

DA ANNI TU HAI UNA MESSA IN ONDA SU FASHION TV… CANALE DI MODA INTERNAZIONALE PER ECCELLENZA… CREDI SIA ANCHE QUESTO IL SEGRETO?
Sicuramente sì. Il fatto che lo stilista sappia di avere comunque una visibilità di respiro internazionale garantita, non solo con il circuito importantissimo di Fashion Tv, ma anche con una messa in onda in Eurovisione Sky e le proprie foto su tante nostre riviste media partners, faccia il suo gioco ed abbia un peso specifico non indifferente.

NON DEVE ESSERE STATO FACILE CONIUGARE IN UN SOLO GRANDE EVENTO MODA, MUSICA, CULTURA, DANZA… IL TUTTO ANCHE CON UN NOBILE SCOPO, QUELLO SOLIDALE
Non facile assolutamente… ma non impossibile. La gente per fortuna ancora vuole eventi di qualità e non solo eventi di massa, ed io amo particolarmente quelli di “nicchia” poiché poi come appunto abbiamo detto prima, riesco a far emergere la notizia nel modo appropriato suscitando un buon interesse nella stampa e nei vari network che ci seguono. Di sicuro il primo ostacolo sono le location che scelgo non facilmente raggiungibili soprattutto nel periodo estivo, poiché già dense di turisti. Tutte le perle della Costiera Amalfitana hanno i loro pro e i loro contro… ma una volta arrivati ti assicuro che è poi difficile voler andar via! E tutti i miei artisti lo confermano!
Ho scelto da anni di sostenere una Onlus come “Trame Africane” poiché ho avuto ed ho modo di apprezzare ogni anno con filmati e contributi video (che condivido con il pubblico), tutto il loro operato e saper di poter contribuire in parte alla realizzazione di ospedali e strutture che concretamente servono a risolvere problemi oggettivi e a salvare vite umane o a fare in modo che nuove vite vengano accolte al mondo in modo appropriato, mi riempie il cuore di gioia.
QUESTA EDIZIONE E STATA PRESENTATA DELLA BELLISSIMA ANNA FALCHI, MA ANCHE LE SCORSE EDIZIONI SONO STATE CONDOTTE DA DIVERSI PERSONAGGI DEL MONDO DELLO SPETTACOLO. HAI DEDICATO QUESTO EVENTO A SUPPORTO DI TUTTE NOI DONNE, QUAL È IL MESSAGGIO CHE VORRESTI TRASMETTERE?
Basandomi sulle donne e sulla loro forza interiore. Ogni artista è stata scelta per il proprio percorso personale e professionale, e ognuna di loro ha portato una testimonianza forte di vita e della propria carriera sul palco. Desiré Capaldo, una giovane Soprano, ha dovuto emigrare all’estero affinché venisse notata e riconosciuta per le proprie elevate qualità canore… in un segmento musicale, quale la lirica, ancora poco apprezzata in un paese come l’Italia, maschilista per natura.
Silvia Mezzanotte voce dei Matia Bazar ha dovuto affermarsi con un lungo percorso da solista, scegliendo la via più difficile nella sua voglia di indipendenza “artistica” e così tante altre bellissime figure femminili si sono alternate sul nostro palco ognuna con una propria peculiarità e con un vissuto forte alle spalle, come nel caso di Benedetta De Luca, invalida dalla nascita, attivista per i diversamente abili e modella di successo.
Credo abbiano arricchito me con le loro storie..ma anche il pubblico presente.
E TU? COME VIVI IL TUO ESSERE DONNA IN QUESTA SOCIETÀ E SOPRATTUTTO IN UN CONTESTO COME IL SUD ITALIA OVE NON SARÀ SICURAMENTE FACILE SVOLGERE IL TUO LAVORO…
Lo vivo come una sfida che cerco di vincere passo dopo passo, tassello dopo tassello ogni giorno, a piccole dosi. Quando decisi di rientrare dall’America, ove sicuramente mi sentivo libera, in una terra libera, ho avvertito nuovamente il peso di una societàove vige il patriarcato da millenni. Ma amo le sfide e sentirsi libera in un paese ove non vi sono costrizioni o coercizioni che senso ha? Nemo propheta in patria.
CHI È LUANA FERRAIOLI FUORI DAI RIFLETTORI ?
Una donna che ha saputo dire di No alle imposizioni e alle costrizioni, sia di natura familiare che professionale, e ha voluto trovare se stessa anche emigrando dall’altra parte del Mondo un po’ di anni fa cercando di emergere con la Sua personalità e le proprie forze. Spinta sicuramente da un po’ di sana ambizione e coraggio, sono uscita fuori dalla cosiddetta “comfort zone” nella quale a volte ci si rifuggia, per mettermi in gioco..come hanno fatto tutte le Donne presenti sul nostro palco con le loro testimonianze!
LE TUE PASSIONI?
La Moda in primis… ma tutto ciò che può essere trasmesso agli altri in modo artistico. Amo scrivere poesie che raccolgo e conservo gelosamente. Ognuna di loro rappresenta e mi ricorda un momento particolare della vita e lo stato d’animo di quel momento. Rileggerle evoca dentro di me le stesse sensazioni che ho provato allora un po’ come un bell’abito che hai indossato durante un’occasione importante, o una canzone che ti ha accompagnato in una fase dell’adolescenza.
Sinfonie D’Autore è un po’ tutto questo, non ho fatto altro che mettere in scena ciò che amo di più.
Nel ringraziarti da parte di tutti noi di Deamina Magazine che hai permesso per il quarto anno consecutivo di essere media partner a questo bellissimo evento, ti salutiamo e ti ringraziamo con un ultima domanda:
SE UN ARTISTA DESIDERA PARTECIPARE ALLA PROSSIMA EDIZIONE DEL PREMIO SINFONIE D’AUTORE, COME PUÒ PROCEDERE?
Sia artisti emergenti che stilisti possono inviare la loro candidatura all’indirizzo mail che troveranno sul nostro sito www.sinfoniedautore.com
Grazie alla PmRecords giovani talenti avranno la possibilità di essere inseriti nel panorama della discografia italiana ed esibirsi sul Ns palco l’anno prossimo, come è accaduto ad Antonya quest’anno, giovane promessa di soli 16 anni o all’astro nascente Vincenzo Sinisi, mentre gli stilisti potranno avere oltre ad un palco “naturale” a disposizione per le loro collezioni anche una visibilità di livello internazionale. Ringrazio io quindi Voi che, insieme ad altri miei media partners credete in questo progetto facendolo conoscere anche all’estero!

Credits:
Acconciature by PixelC3
MakeUp by SilkySkin Professional
Calzature Albano/ Gioielli Dè Nobili
Official ph Ciro Antinozzi – Carlo Ferrara – Salvatore Guadagno
www.sinfoniedautore.com