Inaugurata a Monaco la IV Edizione del Mese della Cultura e Lingua Italiana nel Principato di Monaco

Articolo e fotografia a cura di Marinella Cucciardi

Sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica italiana e di S.A.S. Alberto II, é stata inaugurata la IV Edizione del Mese della Cultura e Lingua italiana nel Principato di Monaco, trentuno giorni non stop all’insegna della cultura “Made in Italy”, per valorizzare arte e moda, passando per letteratura, libri, teatro, cinema, artigianato, musica ed enogastronomia.

Evento ideato dall’Ambasciatore italiano, Antonio Morabito, promosso dall’Ambasciata, con il sostegno del Governo del Principato di Monaco, gli auspici del Ministero degli Affari Esteri italiano e della Cooperazione Internazionale, che mira a promuovere i legami d’amicizia tra Monaco e Italia, evidenziando l’importanza della Cultura come vettore d’intesa tra i due Paesi.

Un ricco calendario di eventi, tutti autofinanziati, grazie al supporto di istituzioni pubbliche e private monegasche, associazioni, sponsor e aziende italiane, senza alcun aggravio per il bilancio dello Stato italiano.

Il logo del Mese è ispirato allo splendido Portale – collezione privata Timm Bergold – dello scultore Arnaldo Pomodoro, che partecipa all’evento con una sua straordinaria collezione.

L’inaugurazione del “Mese” si apre con: “Se(e)a”, installazione luminosa dell’artista Marco Nereo Rotelli, che dichiara: “La nuova installazione luminosa permette di vivere un sogno.

La mia idea è di avvolgere lo spazio del porto in una nuvola luminosa che permetterà di salpare verso l’infinito. In un momento così difficile   per il Mar Mediterraneo, quest’opera è un invito a viaggiare con la mente, a vivere con stupore ogni cosa, per scoprire una bellezza necessaria. Se c’è una cosa che l’Italia dona a ogni italiano è la possibilità di sviluppare una sensibilità verso la bellezza in tutte le sue forme. Sulla bellezza perfetta di questa nuova architettura di Foster, che è metafora del mare, inizia un viaggio verso l’armonia”.

Tante le novità di questa quarta edizione, a partire dalla scelta delle città ospiti: presenti il comune di Isernia, di Matera, candidata a capitale europea della cultura nel 2019, Cuneo e Mondovi, protagoniste di un progetto di valorizzazione del patrimonio urbanistico e della creatività di “giovani talenti” dell’Accademia delle Belle Arti che faranno sfilare le loro creazioni di moda in collaborazione con i Maestri Vetrai degli “Ori di Venezia”.

Per il teatro, il Comitato Dante Alighieri si avvarrà del talento di Monica Guerritore che si esibirà in “Dall’Inferno all’Infinito”, mentre lo Spazio Teatro No’hma metterà in scena la pièce “La danza degli alberi” di Teresa Pomodoro.

Il Cinema renderà omaggio all’indimenticabile Alberto Sordi con “Il Marchese del Grillo” e sarà poi presentato il cortometraggio Metamorfosi “…non chiamarmi amore” curato dal Ministero dell’Interno-Italia, per la regia di Gilles Rocca, fotografia di Max Angeloni, interpretazione di Miriam Galanti, musica di Andrea Camilletti.

Per la sezione Comunicazione, gli studenti del Corso Multimediale dell’Accademia di Belle Arti di Cuneo producono una serie di mini-spot sui vari eventi in programma.

L’Arte sarà celebrata in tutte le sue forme espressive nella “Collettiva di artisti contemporanei italiani” allestita presso lo Yacht Club Monaco, nel contesto dell’evento Yachting&art “YA! 2014”,  prodotto da Bernard d’Alessandri e curata da Paola Magni che propone, oltre a opere di Renato Guttuso e Giorgio De Chirico,  Michele Marieschi, Ludovico De Luigi, dell’Associazione culturale Whitelabs, di Pier Augusto Breccia, Marco Nereo Rotelli, Astengo de Lama, Massimo Izzo,  Xhixha Helidon, Vittorio Gentile, Gianfranco Meggiato, Giorgio Vigna. Da non dimenticare le mostre “Arte in Italy”, a cura di Stefano Iori, e le esposizioni fotografiche “Il mare” di Riccardo Varini, “Luci” di Davide Bramante e “Le monde des annees ‘50” con fotografie inedite di Fabrizio la Torre.

Per la Moda, la Camera Nazionale della Moda presenta una collezione di creazione di giovani designer. “Classe ed eleganza italiana nel mondo” è la sfilata della Casa di Moda Sarli.

Nel campo della Musica presente la World Youth Chamber Orchestra, guidata dal Maestro Damiano Giuranna, mentre per la Danza  Leon Cino e Beatrice Carbone,  primi ballerini del Teatro alla Scala, propongono il balletto “Passione”, spettacolo organizzato da Guendalina Fazzini, con le coreografie di Tania Matos – Biagio Tambone – Mick Zeni – Leon Cino.

E poi per la Letteratura, sarà inaugurata la “XIV Settimana della Lingua Italiana nel Mondo”, promossa del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dedicata al tema: “Scrivere la Nuova Europa: Editoria italiana, Autori e Lettori nell’Era Digitale” con la presenza degli scrittori Roberto Ceré, Paolo Gambi, Paolo Aldo Rossi, Ida Li Vigni, Samuel Patellaro, Ivan Borserini, Adolfo Panfili e Vittoria Mangani. Spazio al dibattito con la riflessione sull’identità culturale e linguistica per le nuove generazioni di italiani residenti a Monaco con la partecipazione di studenti e famiglie del Comitato Onorario del “Mese”.

Spazio anche all’Enogastronomia, con momenti golosi e di scoperta organizzati dall’Accademia Italiana della Cucina, Delegazione di Monaco.

Un mese intero di iniziative prestigiose per tutti i gusti e per tutte le esigenze culturali, finalizzate, come sottolinea l’Ambasciatore Antonio Morabito a “promuovere il ‘Sistema Paese’, attraverso un’immagine articolata, fatta di concerti, esposizioni d’arte, cinema d’autore, teatro, letteratura, design e moda, oggetti d’arte, economia, imprenditorialità  ed enogastronomia (…) Il Mese della Cultura e Lingua italiana permette agli artisti italiani di promuoversi a livello internazionale offrendo una vetrina per promuovere e dare risalto alla creatività dell’Italia, all’industria artigianale manifatturiera e alle eccellenze dei prodotti del Made in Italy”.

Tutta la programmazione del Mese è consultabile sui siti www.mcitmc.org www.ambprincipatomonaco.esteri.it

[Not a valid template]