Alberto Zambelli

Alberto Zambelli vive e lavora fra il lago di Garda , Milano , Tokyo e Shanghai.

Dopo aver frequentato l’istituto Fortuny e successivamente il Marangoni di Milano inizia il suo percorso lavorativo sviluppando le collezioni maglieria del gruppo Itierre per le linee D & G, Versace ed Extè.
In seguito collabora con importanti aziende italiane di pret-a-porter donna nelle quali segue, oltre alla parte creativa, anche lo sviluppo delle collezioni coordinando l’area prodotto.

Nel 2007 vince il concorso Fashion Incubator indetto da CNMI e fonda la sua prima maison “Archivio Privato”.
Negli anni successivi grazie alla visibilità ottenuta stringe importanti collaborazioni con gruppi asiatici.
Per il Giappone è direttore creativo di un sofisticato brand prodotto in Italia e distribuito in esclusiva per il mercato giapponese.
In Cina è alla direzione creativa di un Brand donna di alto pret-a-porter presente in numerosi negozi monomarca in espansione sul territorio Asiatico.

Nel 2013 Alberto Zambelli fonda il Brand omonimo riconoscibile per il suo stile minimal decorativo fatto di linee pulite ed architettoniche, l’utilizzo di materie nobili e dettagli preziosi.

Noi l’abbiamo intervistato:

A cosa ti sei ispirato per questa collezione?
Due fil due vite diverse tra loro ,Maria Altmann, nipote di Gustav Klimt,nella Vienna degli anni ’40 nel pieno della secessione in “The woman in gold” si intreccia alla Copenaghen anni ’20 In “The danish girl” e la storia del pittore Einar Wagener.
Due anime in una collezione in cui romantico e militare, oro e cipria, maschile e femminile si fondono in una personale visione di contemporanea eleganza

Da quanto tempo sei nel mondo della moda?
Dopo essermi diplomato alla Marangoni di Milano ho cominciato la mia carriera lavorativa nel mondo della moda.

Quale è stato il perrcorso che ti ha permesso di diventare uno stilista internazionale?
Le mie esperienze lavorative personali mi hanno dato modo di poter intraprendere la mia passione anche a livelli internazionali.

Cosa pensi dell’ultima fashion week milanese?
Come sempre Milano ha dimostrato di avere prodotti innovativi e di alto livello.

Per le collezioni estive, è stato utilizzato tantissimo colore bianco, a differenza di altri competitor che utilizzano colori più sgargianti. questa estate il bianco è il colore predominante?
Si! Sarà uno dei colori predominanti per la prossima esta29 te, il bianco è un colore in cui mi identifico molto per me e per le mie collezioni è segno di freschezza ed eleganza.

Adesso vai in asia, che differenza c’è con la moda italiana?
La moda Asiatica rispetto alla moda italiana è molto più veloce c’è un ricambio molto rapido di tendenze.

Progetti per il futuro?
Riuscire a lanciare una capsule uomo.

Chi e alberto zambelli nella vita privata?
Una persona semplice amante della tranquillità che tra un viaggio e l’altro si rilassa tra i paesaggi del suo amato Lago di Garda.

[Not a valid template]